Svolgitore TP24SM

Svolgitore TP24SM

 

Caratteristiche tecniche
Diametro max filo (R=600 N/mm2) 24 mm
Diametro massimo esterno rotolo 1.400 mm
Peso max rotolo 3.000 Kg
Potenza motore principale 2,2 Kw
Potenza motore ausiliario 1,5 Kw
Pressione aria d’esercizio 6 Bar
Dimensioni d’ingombro 1.750 x 1.600 x h 2.300 mm
Peso 1.800 Kg

 

 

Lo Svolgitore TP21SM è un apparecchio progettato per sostenere matasse di filo e trascinarle all’interno della stampatrice. E’ in grado di operare con matasse pesanti fino a 3 tonnellate e con un filo di diametro da 10 mm fino a 21 mm. Le matasse sono alloggiate in verticale, la posizione che meglio si adatta al trascinamento di vergella non trafilata.

. L’apparecchio è completamente autonomo rispetto alla stampatrice o monoblocco di trafila.
. La posizione verticale delle matasse elimina i fermi macchina causati da accavallamenti del filo non trafilato.
. E’ possibile utilizzare matasse anche molto pesanti e di grandi dimensioni in spazi molto limitati, riducendo i tempi di fermo macchina nelle operazioni di asservimento.
. L’operazione di cambio matassa si svolge in pochi minuti e all’operatore non sono richieste specifiche competenze.
. Un solo uomo lavora in totale sicurezza. Sono eliminati gli sforzi fisici e i conseguenti rischi di malattie professionali.
. Zero scarti: la coda della matassa viene raddrizzata e il filo completamente sfruttato.
. Si abbattono i costi di materiale e manodopera.
. Installazione e manutenzione sono semplici e rapide.

 

Fasi operative

svolgitore1Il filo viene inserito automaticamente nella stampatrice, in pochi minuti e con l’ausilio di un solo operatore.
L’altezza di trascinamento è facilmente regolabile con un comando elettrico.
Lo svolgitore si adatta quindi a qualunque misura in entrata per monoblocco di trafila o stampatrice e facilita la saldatura di due capi del filo posizionati sullo stesso asse.

 

 

 

 

 

 

 

svolgitore2La parte finale del filo viene raddrizzata e utilizzata nello stampaggio invece di essere rottamata, migliorando il grado di sfruttamento della materia prima.